skip to Main Content

Le erbe aromatiche in cucina

Come promesso concludiamo i consigli sulle erbe aromatiche parlando del loro utilizzo in cucina.
Le piante aromatiche possono essere usate per conferire aroma, sapore e gusto a piatti di ogni tipo.
Ci sono erbe per insaporire la carne, quelle più adatte al pesce, quelle che si usano per fare i cocktails e le bevande fresche e dissetanti, quelle per le tisane o quelle per i dessert.

  • Per il pesce: finocchietto selvatico verde e nero, aneto, cumino, timo al limone e dragoncello, santoreggia
  • Per le carni: issopo, vari tipi di origano, nepeta, santoreggia, alloro, maggiorana, erba cipollina, erba pepe, salvia, rosmarino, timo, cerfoglio e mentuccia
  • Per i condimenti: levistico, coriandolo, prezzemolo comune o riccio, dragoncello, salvia, rosmarino, cerfoglio, timo e origano
  • Per le insalate: rucola, anice, pimpinella nota anche come “erba noce”, coriandolo, erba cipollina, basilico, acetosa, crescione, e i fiori di calendula, borragine e malva
  • Per le macedonie: salvia ananas, fresca e gustosa o la salvia melone, menta fragola o quella al bergamotto, melissa o cedrina
  • Per cocktail e bevande fresche: menta crispa detta proprio “menta dei cocktail”, melissa, lemon grass, menta mojito e menta svizzera
  • Per le tisane: camomilla, valeriana, menta, melissa e finocchio selvatico, menta marocchina per aromatizzare il tè,
  • Per i dolci: anice, basilico cannella, cedrina, melissa, menta, timo al limone o all’arancio,

L’elenco delle piante aromatiche è davvero vasto.

A parte le erbe più comuni che tutti conosciamo e sappiamo come utilizzare ci sono erbe più particolari che possiamo usare per insaporire le nostre ricette e sorprendere gli ospiti con piatti dal sapore unico ed originale, come issopo, timo al limone, origano cubano, erba pepe, menta ananas, menta cioccolato, salvia ananas, salvia melone, finocchietto nero, melissa, basilico di montagna, coriandolo vietnamita e tante altre.

Ecco qualche breve consiglio su come utilizzare in cucina alcune di queste erbe aromatiche:

Aneto – le foglie vengono usate fresche nelle insalate, nei piatti a base di pesce, frutti di mare e crostacei, formaggi freschi, uova e patate lesse.

Cerfoglio – le foglie vengono usate a crudo per insaporire salse, uova, carni bianche, insalate, minestre e zuppe, soprattutto quelle di legumi. Vanno aggiunte a fine cottura.

Coriandolo – i semi si abbinano a cavoli, legumi, pesce, agnello, maiale e mele al forno. Macinati costituiscono uno degli ingredienti del curry. Le foglie fresche danno un gusto piccantino e si usano al posto del prezzemolo nei brodi, nelle minestre e nelle insalate,

Coriandolo vietnamita – le foglie vengono usate fresche, soprattutto nella cucina vietnamita, per insaporire minestre, uova, zuppe, stufati, pollame, pesce, agnello, maiale. Possono essere usate anche con fagioli, salse e manzo al curry. Piantare delle piante di Coriandolo vietnamita serve ad attirare le farfalle e le api nel giardino.

Erba cipollina – va usata esclusivamente fresca, si aggiunge ai cibi a fine cottura, al posto della cipolla, e con il suo gusto delicato conferisce ai piatti un aroma tutto particolare.
Le foglie possono essere utilizzate nelle insalate, per insaporire minestre, per aromatizzare carne, pesci, formaggi morbidi, salse, frittate e torte salate. I fiori, anch’essi con un delicato sapore di cipolla, vengono usati per decorare piatti ed insalate.

Erba pepe – l’erba pepe ha un sapore piccante e pungente, che la rende ottima con qualsiasi tipo di carne, da usare al posto del pepe classico

Finocchio selvatico e nero – si usano i fiori freschi o essiccati, i semi e le foglie. Queste ultime si usano fresche e sminuzzate per insaporire minestre, piatti di pesce e di carne, insalate e formaggi. I fiori si usano per aromatizzare le castagne, gli insaccati e le carni di maiale. I semi servono per aromatizzare ciambelle ed altri dolci.

Issopo – le foglie vengono usate nelle verdure grigliate o lesse, nelle insalate e nelle carni, anche se deve essere usato con parsimonia poiché il sapore è molto forte. E’ un’eccellente pianta mellifera: il miele rimane intensamente profumato.

Lemon grass – profumata al limone è ottima per aromatizzare salse, zuppe a base di pesce, minestre, verdure, carni bianche e marinate.

Melissa – le foglie fresche, tagliate finemente, si accostano bene al pesce ed alle carni bianche, aromatizzano frittate, insalate, marmellate e macedonie, vengono impiegate in pasticceria per dolciumi e creme a base di arancia e limone.

Menta ananas – le foglie trovano utilizzo in cucina per realizzare bevande dissetanti e tè, cocktails, gelati, macedonie e dessert, e per aromatizzare piatti salati, come verdure grigliate o frittate.

Origano cubano – le foglie vengono consumate sia fresche che secche per insaporire frittate, verdure, minestre, legumi, sughi, carne

Salvia melone – avendo un aroma simile al melone le foglie trovano utilizzo in bevande fresche, cocktails e macedonie. Sono usate anche per esaltare il gusto di piatti a base di pollame, maiale, pesce, patate e formaggio. Il suo aroma si abbina bene anche al risotto in bianco a cui si aggiunge all’ultimo momento a fuoco spento, oppure riscaldata nel burro fuso per condire primi piatti tipo agnolotti e gnocchi.

Santoreggia – ottima per insaporire carni bianche e selvaggina, pesce, formaggi freschi, funghi, patate lesse, ripieni, pomodori e legumi come piselli e fagioli.

Timo al limone – il suo sapore agrumato la rende una pianta aromatica perfetta da usare sul pesce, a cui conferisce freschezza e un pizzico di acidità. Si usa a fine cottura per aromatizzare piatti di pesce, stufati, nei ripieni, nei piatti di formaggio, nelle verdure cotte o nei dolci.

Concludiamo qui i nostri consigli sul giardino delle erbe aromatiche, sperando che li abbiate trovati utili. Più avanti, rimanendo in argomento cucina, vi parleremo anche dei fiori eduli.
Intanto vi aspettiamo martedì prossimo per consigliarvi su come curare le orchidee Phalaenopsis.

Back To Top